audio play stop volume: 
News dalla radio

CCCP+I SovietUn comizio musicale per celebrare la rivoluzione di Russia nel suo centenario, una rivisitazione dei celebri brani della Punk band emiliana e non solo, costumi di scena e scenografie per uno spettacolo studiato appositamente per i teatri e non per far ballare.
In questo modo è stato concepito l’evento di mercoledì 15 novembre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, per il quale Massimo Zamboni ancora una volta ha messo mano nell’archivio della sua carriera.
Sul palco saliranno i nomi storici della scena dell’epoca, ovvero Zamboni e Fatur, assieme ai già collaudati Angela Baraldi e Max Collini, compagni di viaggio che ritornano a Udine tutti assieme dopo lo spettacolo di gennaio 2015.
Chissà cosa ci aspetta questa volta. La rivoluzione del Punk in Italia è avvenuta proprio in Emilia per mano di quei CCCP Fedeli alla linea dei quali Fatur e Zamboni erano parte.
Di quella band e di quanto loro traevano ispirazione oramai non rimane che la storia.
Un occasione unica quindi da non farsi sfuggire. (organizzazione www.azalea.it)

Alma-TrevisoTRIESTE – Arriva il settimo sigillo, ma stavolta, che faticaccia. L’Alma Trieste alla fine fa valere tutte le sue qualità e batte la De Longhi Treviso in volata.
Partita durissima, con gli ospiti trevigiani quasi sempre in vantaggio nei primi due tempi. Trieste non difende bene e fa fatica a segnare: Treviso invece affonda e alla fine del primo quarto va sul 27-23.
All’inizio del secondo quarto, Baldasso suona la carica con tre centri consecutivi che riportano sotto Trieste ma Treviso allunga di nuovo e conclude la prima parte di gara avanti di 9 punti, 50-41.
Dopo l’intervallo lungo la squadra di Dalmasson difende meglio e, ancora con Baldasso, mette il naso avanti a quota 58.
Due bombe di Cavaliero e un centro di Da Ros chiudono in perfetta parità il terzo quarto a quota 66.
Allungo decisivo in apertura dell’ultima frazione: trevigiani a secco per mezzo tempo, Trieste avanti e in controllo con Fernandez e Green che firmano nel finale che si chiude 91-83 con due liberi di Cavaliero.
Guerrino Bernardis per Radio City Trieste

Ogni lunedì dalle ore 18 “Sport in the City” su www.radiocitytrieste.it

Triestina TeramoTRIESTE  –  Niente da fare, al “Rocco” la Triestina non riesce proprio a far  bella figura e vincere, stavolta è stato il Teramo a mettere in affanno gli alabardati.
Gli ospiti alla prima azione trovano il vantaggio grazie ad un’azione personale di Ventola che sorprende tutti, entra in area, offre a Graziano la conclusione che Boccanera respinge, e poi va a concludere in rete.
Partita in salita, quindi, contro una squadra che si chiude con ordine e non permette agli alabardati di rendersi pericolosi se non alla fine del tempo quando Arma gira di testa un cross di Pizzul ma trova sulla linea Caidi che riesce a respingere.
Nella ripresa  Triestina avanti e, al quarto d’ora, arriva il pareggio. Mensah va sul fondo e Bracaletti, all’altezza dell’ area piccola, colpisce si prima intenzione e batte Calore.
Insistono gli alabardati, Acquadro prova il diagonale che esce di poco ma il Teramo è bravo a non scomporsi, cerca qualche contropiede, si difende con ordine e, soprattutto, non lascia varchi.
Inutile assalto alabardato che non riesce a trovare le conclusioni pericolose.
Domenica, per la radiazione del Modena, alabardati a riposo: e per  la prossima partita altra trasferta, sul campo del Padova.
Guerrino Bernardis per Radio City Trieste

Commenti e reazioni nel corso di SPORT IN THE CITY in onda dalle ore 18 di lunedì su www.radiocitytrieste.it

Triestina logoPORDENONE – Splendida Triestina nel derby a Pordenone giocato, più che sull’erba, in una vera piscina causa la pioggia violenta e incessante.
La squadra di Sannino, va subito in svantaggio per la rete di Misuraca, più svelto di tutti ad avventarsi sul pallone dopo una respinta di Boccanera.
Una conclusione pericolosa di Petrella che dovrà, per infortunio lasciare il posto a Mensah, è tutto quanto producono gli alabardati che vanno sotto al riposo.
Un’altra squadra quella che torna in campo: subito il pareggio su azione di corner di Bracaletti che Troiani sfrutta in tuffo.
Nemmeno il tempo di festeggiare ed il Pordenone ripassa avanti con Magnaghi servito a centro area da D’Agostinis.
Ma la Triestina riparte subito e trova il pareggio alla prima ripartenza: Bracaletti di slancio entra in area, resiste tra le pozzanghere e consegna palla ad Arma che ristabilisce le distanze.
Il Pordenone quasi non reagisce e la Triestina avanza lottando nel fango: il vantaggio è un capolavoro di Mensah: servito al vertice, si fa spazio e con un destro a giro manda la palla nell’angolo lontano.
Non è finita perchè, tempo cinque minuti, Bracaletti su calcio di punizione fa spiovere la palla  vicino al palo lontano dove si catapultano Buratto e Troiani e la mandano in rete.
Derby vinto a Pordenone dopo una vita: mercoledì si torna in campo subito perchè al Rocco arriverà, nel pomeriggio, il Teramo.
Guerrino Bernardis per Radio City Trieste

Commenti e reazioni nel corso di SPORT IN THE CITY in onda dalle ore 18 di lunedì su www.radiocitytrieste.it

Alma FortitudoTRIESTE – Non c’è scampo per Bologna: l’Alma è travolgente e vola da sola in vetta alla classifica.
I rivali bolognesi iniziano bene la partita, si portano avanti mettendo in difficoltà gli uomini di Dalmasson costringendo subito Fernandez a due falli.
Poi, punto su punto, Green, Da Ros e Cittadini ricuciono  e passano a condurre allo scadere del primo quarto.
Nel secondo quarto , c’è equilibrio, si rivede in campo Cavaliero che si presenta subito con una “bomba” e nel finale vanno a segno da tre anche Loschi, Fernandez e Green.
Dopo il riposo lungo, Trieste cambia ancora passo e Bologna resta indietro: alla fine del quarto, con Green sempre più devastante, due canestri consecutivi di Prandin e l’apporto dalla lunetta di Janelidze il tabellone segna +17.
Finale, in un Alma Arena colorata dallo sventolio di bandiere bianche e rosse, con la partecipazione di Loschi dalla distanza che chiude in doppia cifra come Janelidze, Fernandez ed il “top scorer” Green che chiude a 27.
Prossimo impegno, sabato 4 novembre alle 20,30 a Ravenna.
Guerrino Bernardis per Radio City Trieste

Ogni lunedì dalle ore 18 “Sport in the City” su www.radiocitytrieste.it

Twitter