Archivi per categoria: EVENTI

TRIESTE – Nell’inedita veste di scrittore, Massimo Priviero ritorna a Trieste per presentare il suo debutto bibliografico dal titolo Amore e Rabbia, un romanzo autobiografico pubblicato lo scorso aprile per Volo Libero edizioni e che arriva a quasi dieci anni di distanza dalla prima biografia dell’artista scritta da Matteo Strukul che per questa opera prima ne firma la prefazione.
Nel volume composto da quasi quattrocento pagine, il cantautore Rock di Jesolo (da anni oramai trasferitosi a Milano), racconta la sua vita, la sua storia artistica e svela la propria personalità.
Un testo indispensabile per conoscere questo grande musicista dall’invidiabile carriera trentennale, contraddistinta da canzoni dai testi incisivi e descrittivi, resi ancora più coinvolgenti dalla sua voce definita dalla rivista Buscadero, come “la più bella voce del Rock d’autore in Italia”.
L’appuntamento è fissato per giovedì 20 giugno al Caffè della Musica (presso la Casa della Musica) in Via dei Capitelli 3 (zona Cavana), a Trieste (inizio alle ore 21 con entrata gratuita).
Durante la serata, della quale Radio City Trieste è partner ufficiale, oltre alla presentazione di Amore e Rabbia, Massimo Priviero si esibirà un mini set live di alcuni suoi successi.

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste

TRIESTE – Dopo alcuni anni di assenza, da giovedì 23 a domenica 26 maggio, ritorna in città uno degli spettacoli più completi e coinvolgenti che si possano ammirare: STOMP.

Il Teatro Rossetti (in collaborazione con Terry Chegia) vuole nuovamente far vibrare i cuori ed i corpi dei suoi affezionati spettatori e non solo, inserendo nuovamente in cartellone questo assalto metropolitano dove musica, danza e recitazione si uniscono all’unisono.
Sempre attuale, nonostante i quasi trent’anni di vita, STOMP continua a girare il mondo, a raccogliere successi, riconoscimenti ed inviti a manifestazioni di richiamo mondiale.
Per la quarta volta a Trieste (la prima fu nel 1999), come ogni spettacolo che riscuote tanto successo, STOMP si presenta con la formazione classica di otto elementi, una delle cinque che in contemporanea girano il mondo.
Da apprezzare con l’ascolto, da vivere con gli occhi, da condividere con il cuore; non ci sono altri spettacoli simili.
Nulla di meglio per Il Rossetti per chiudere un’altra grande stagione.
Se ancora non lo avete fatto, prenotatevi un posto.

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste

TRIESTE – Un artista che non necessita di presentazioni, un autentico gigante della musica, un compositore e musicista acclamato dalle più prestigiose ed esigenti platee del mondo.
Il Teatro Rossetti (in collaborazione con Concerto Music) ha il piacere di annunciare Paolo Conte in concerto a Trieste il prossimo sabato 18 maggio, un evento come sempre destinato ad essere sold out oltre che lasciare il segno nel cuore degli spettatori.
Il tour, questa volta celebrativo e che porta nuovamente l’avvocato astigiano ad esibirsi dal vivo, prende il nome da una sua nota composizione che gli ha regalato fama e notorietà.
Ecco quindi che “50 anni di Azzurro” ci da la possibilità di poter sognare ancora una volta ripercorrendo l’invidiabile carriera attraverso un’attenta selezione di classici del suo repertorio a partire proprio dalla fortunata canzone Azzurro, assieme ad altri successi come Max, Bartali e Gelato al limon solo per citarne alcuni.
Raffinato ed elegante nello stile come ben sappiamo, Conte sarà accompagnato da una solida orchestra di precisi ed impeccabili musicisti, e come ogni volta, quando la sua musica inizierà a diffondersi, viaggeremo verso luoghi esotici ed ambienti immaginari dove potremmo incontrare i personaggi descritti dalle parole che compongo i suoi testi.
L’evento, con inizio alle ore 20.30, è uno spettacolo speciale a favore del Comitato Friuli Venezia Giulia AIRC per raccogliere fondi a sostegno dei migliori progetti di ricerca per la cura dei tumori femminili.
Per l’occasione, su questa emittente, sarà realizzata una puntata speciale dedicata al concerto, che andrà in onda giovedì 16 alle ore 9.00 durante il programma Fronte del Palco condotta da Il Geco.

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste

TRIESTE – Solitamente al primo di aprile si fanno degli scherzi ma questa volta non sarà così. Comodamente lunedì sera prederemo posto sulle poltrone di uno dei teatri più belli d’ItaIia e assisteremo ad un bellissimo concerto di una storica Rock band.
Il Teatro Politeama Rossetti (in collaborazione con EG Production Music Entertainment) ci offrirà la possibilità di assistere allo strepitoso live set dei Jethro Tull che ritornano a Trieste per celebrare il cinquantesimo anno di attività con una collaudata formazione di cinque elementi.
Oramai consacrati già da tanti anni come una delle band più famose al mondo e altrettanto importanti per l’evoluzione della musica Rock, la band britannica capitanata da Ian Anderson festeggia assieme ai suoi fan con questo tour mondiale i traguardi raggiunti durante il suo percorso.
I Jethro Tull (che come si sa è stato il nome di un agronomo britannico vissuto a cavallo del XVII e XVIII secolo), non hanno mai deluso con le loro performance e questo è un ottimo biglietto da visita per chi ancora non li ha visti live, mentre chi già ha avuto modo di ascoltare i loro brani suonati dal vivo sa benissimo che il divertimento è assicurato.
Sarà una serata da pubblico delle grandi occasioni per il teatro triestino che ogni anno propone ottimi artisti.
Affrettatevi, non rischiate di rimanere senza biglietto, appuntamento lunedì primo aprile al teatro Rossetti.

Cristiano Pellizzaro per RadioCityTrieste

UDINE – Il leggendario John Mayall in concerto a Udine. Non ci credete? Peggio per voi. Fareste bene a non perdervi l’appuntamento di venerdì 22 marzo con The Godfather of the Britsh Blues, un’autentica leggenda vivente.
Ancora una volta in tour con una nuova band per presentare questa volta Nobody told me, ultimo capito della sua lunghissima carriera iniziata nel 1965 e proseguita con la pubblicazione di un’interminabile discografia di album in studio e collaborazioni varie.
Infatti il polistrumentista britannico di Macclesfield, fondatore e leader dei Bluesbreakers ai quali ha legato gran parte della sua storia, è stato anche uno scopritore di ottimi musicisti come Eric Clapton e Peter Green.
Ottantacinque primavere tutte spese all’insegna della musica che verranno celebrate sul palco del Teatro Nuovo Giovanni da Udine con inizio alle ore 21.00, momento in cui partirà questo suo ennesimo tour italiano che proseguirà poi per altre sette date nel nostro paese.
Per l’occasione l’apertura della serata sarà affidata al chitarrista sardo Francesco Piu, affermato artista del panorama nazionale che in regione ha già dato modo, in altre occasioni, di dimostrare il suo talento.
Inutile aggiungere altro no? Sarà una grandissima serata all’insegna dell’inossidabile Blues. Un grande evento organizzato da Zenit Srl.

Cristiano Pellizzaro per RadioCityTrieste

TRIESTE – Arriva lunedì 18 marzo al Politeama Rossetti di Trieste ERMAL META per l’unico concerto nella nostra regione.
Accompagnato sul palco dai GNUQUARTET, presenterà tutti i suoi successi in nuove eleganti versioni con viola, violino, violoncello e flauto.
Con l’organizzazione di ZENIT Srl, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e il Politeama Rossetti, un’altra tappa del tour “Ermal Meta a teatro” sicuramente da non perdere!

TRIESTE – Per il concerto di ERMAL META di lunedì 18 marzo al Politeama Rossetti, Radio City Trieste organizza un Contest e un Mini-Special, durante i quali verranno regalati 6 ingressi gratuiti allo spettacolo.
Dapprima Eva, dalle 13 alle 14.30, nel corso di “Put your feet up” interagirà con gli ascoltatori anche per distribuire due biglietti gratuiti, e quindi Michele Marolla ne regalerà altri quattro durante un mini-special in onda dalle 18 alle 19.
Sui social media di Radio City Trieste (Facebook, Twitter e Instagram) i dettagli per partecipare ai contest.

Non c’è due senza tre: visto che ormai ci abbiamo preso gusto, anche quest’anno saremo in diretta dagli studi di Radio City Trieste per commentare la cerimonia più attesa dell’anno!
Il programma è sempre quello: numerosi ospiti, musica dal vivo e gustosissime sorprese che sveleremo nel corso della lunga maratona!
Vi raccomandiamo dunque di abbassare il volume del televisore e di seguirci su Radio City Trieste (www.radiocitytrieste.it) o, in contemporanea, sulle frequenze FM di Radioattività Trieste FM: si parte alle ore 23.00 con il live commentary del red carpet!
La notte delle stelle, passala con noi! 😉

TRIESTE – Il Teatro Stabile Sloveno ha scelto quest’anno di sorprendere ad ogni debutto con una serie di proposte inedite: dopo l’Amleto rock di inizio stagione e Il Re di Betajnova affidato ad un professionista del cinema horror, febbraio porterà al teatro di via Petronio una produzione veramente inedita anche per il genere affrontato, ovvero il musical off Broadway The last five years di Jason Robert Brown.
Produrre un musical, seppure in versione da camera, è un’avventura nuova per il TSS che nella sua storia ha collaborato diverse volte alla realizzazione di spettacoli di teatro musicale, ma mai in un musical americano.
Lo spettacolo è stato realizzato in coproduzione con il centro musicale sloveno Glasbena matica e il Teatro nazionale di Nova GoricaThe last five years è una storia d’amore raccontata in modo inconsueto, che prevede due prospettive temporali opposte: il racconto di lui, lo scrittore Jamie, si svolge secondo la cronologia tradizionale, quello di Cathy, una giovane attrice di musical, arrivata a New York dalla provincia, ha un andamento inverso.
L’incontro, il matrimonio, la separazione sono le tre tappe vissute prima della stesura del libretto anche dall’autore Brown, che ha scritto questo musical dopo la separazione dalla moglie.
La prima è andata in scena a Chicago nel 2001, seguita l’anno dopo dal debutto a Broadway.
Inizia così la storia del successo internazionale del pluripremiato musical per due cantanti-attori e un gruppo strumentale, che ha fatto il giro del mondo e nel 2015 è diventato anche un film.
Al Teatro Stabile Sloveno verrà messo in scena con i sovratitoli in italiano e nella traduzione slovena di Janez Usenik, una novità assoluta che conquisterà anche grazie alla regia di Jasmin Kovic, artista goriziana dalle esperienze televisive e cinematografiche, alla quale la particolarità di questo musical (che non punta su un impatto visivo spettacolare o su coreografie di massa) ha permesso di concentrarsi sull’intimismo del racconto di un amore.
Si parla dell’ascesa di un giovane scrittore di successo e di una donna che aspira a diventare un’apprezzata attrice: le ambizioni di entrambi, in particolar modo i successi di lui e le loro conseguenze, non aiutano però questo rapporto, che termina dopo cinque anni.
»Questa non è una storia d’amore che poteva essere narrata dai grandi poeti passato. (…) Ma è la storia di un amore vero, per quanto l’amore possa esserlo, un amore fragile, insicuro e vulnerabile. Ed è una storia d’amore infinitamente bella, come possono esserlo solo le storie semplici.« – scrive a proposito del libretto il traduttore Usenik, che aggiunge: «Solo chi ha vissuto un amore simile può dare alla musica tanto sentimento: nei momenti in cui il violino piange per i troppi ricordi, in cui la chitarra lascia passare attraverso le proprie corde tutta la rabbia di un cuore spezzato e il basso abbraccia l’impotenza di un’anima divisa in due che sta perdendo la propria metà, emerge tutto il talento del compositore.«
Nei ruoli dei protagonisti reciteranno e canteranno due attori dall’indubbio talento musicale, i triestini Danijel Malalan e Patrizia Jurinčič, e arriva da Trieste anche la direttrice musicale del progetto, la polistrumentista Andrejka Možina, che coordina anche il gruppo strumentale sul palco, formato da Sebastiano Frattini, Irene Ferro-Casagrande, Andrejka Možina, Matteo Bognolo, Luca Emanuele Amatruda e Mariano Bulligan. Scene e costumi sono della giovane Giulia Bellè.
La prima in abbonamento andrà in scena venerdì 8 febbraio alle 20.30 al Ridotto del Kulturni dom di Trieste, con anteprima per giornalisti e ospiti giovedì 7 febbraio alla stessa ora. Le repliche triestine seguiranno fino al 24 febbraio, mentre il 18 febbraio lo spettacolo sarà in tournée al Kulturni center Lojze Bratuž di Gorizia nell’ambito della stagione in abbonamento per Gorizia del TSS.
Per la replica in programma il giorno di San Valentino è prevista un’offerta speciale dedicata alle coppie, con due biglietti al prezzo di uno per festeggiare in modo originale il giorno degli innamorati. Tutti gli spettacoli saranno sovratitolati in italiano e per le repliche della domenica pomeriggio è previsto un servizio di autobus navetta gratuito in partenza da Sistiana, Muggia e Opicina.
Coproduttore: SLOVENSKO STALNO GLEDALIŠČE/ TEATRO STABILE SLOVENO , TEATRO NAZIONALE DI NOVA GORICA, GLASBENA MATICA
Regia: Jasmin Kovic
Con: Patrizia Jurinčič Finžgar – Cathy
Danijel Malalan – Jamie

Traduzione: Janez Usenik
Consulenza linguistica: Srečko Fišer
Direzione musicale: Andrejka Možina
Scene e costumi: Giulia Bellè
Musicisti: Sebastiano Frattini, Irene Ferro-Casagrande, Andrejka Možina, Matteo Bognolo, Luca Emanuele Amatruda, Mariano Bulligan
Scene realizzate nei laboratori del Teatro nazionale di Nova Gorica
Foto: Luca Quaia

TRIESTE – Un salto indietro nel tempo ci attende al Teatro Miela questa sera quando, a suon di ottima musica, ci troveremo nei club d’oltre oceano, quelli di diversi decenni fa, visti nei film americani che ci hanno fatto sognare, quelli delle piccole orchestrine guidate dai grandi maestri dello Swing.

Ray Gelato & The Giants ritornano a Trieste dove non si vedevano da un bel pezzo.
Il pubblico ha conservato degli ottimi ricordi dei loro passaggi in zona e questa volta l’occasione per divertirsi sarà ancora più ghiotta in quanto il ritorno in città rientra nel tour celebrativo del quarto di secolo di attività.

Indiscusso protagonista della scena, cantante e sassofonista, Ray Keith Irwin (questo il suo vero nome) che per l’occasione sarà accompagnato sul palco da una band di sei elementi, può vantare collaborazioni prestigiose, partecipazioni alle più rinomate rassegne del genere e richieste di esibizioni a ricevimenti e feste di personalità inglesi quasi come la regina Elisabetta o Sir Paul McCartney.
Ora però l’attesa è quasi finita, manca veramente poco, tutti pronti a scatenarsi nella magica atmosfera che solo “The Godfather of Swing” sa regalare? One, two and one two, three…

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste