audio play stop volume: 

clicca per la diretta

News dalla radio

TRIESTE – Chi lo avrebbe mai detto che un grande artista, una star internazionale, si sarebbe esibita nella nostra città in chiusura dell’anno, in un’atmosfera del tutto particolare, per di più regalandoci forti emozioni?
Se pensiamo che in questi ultimi due anni l’ambiente dei concerti ha dovuto correre ai ripari, e soprattutto che gli artisti stranieri hanno dato forfait in più di qualche occasione, a maggior ragione l’esibizione di Tony Hadley assume un valore ancora più importante.
Nel bellissimo contesto del Teatro Rossetti di Trieste, davanti ad un pubblico da tutto esaurito, l’elegante vocalist, una delle voci più autorevoli del panorama mondiale del Pop, si è esibito per quello che è stato il penultimo appuntamento di questo suo nuovo tour italiano composto da quattro date.
Il famoso cantante d’oltremanica, già visto in Regione in altre sei precedenti occasioni (con gli Spandau Ballet a Lignano nel 1987 e nel 2015, Udine e Sesto al Reghena nel 2016 per un personale omaggio a Frank Sinatra, a Gorizia nel 2011 e l’ultima volta a Grado due anni or sono), si è presentato questa volta al cospetto del pubblico accompagnato solamente da quattro musicisti per un “intimo” set acustico.Tastiera, chitarre, percussioni e voce, hanno quindi cullato i presenti per cento minuti circa, durante i quali sono stati eseguiti, per la maggior parte, brani della storica band britannica da lui capitanata nei tempi d’oro della New Wave e del New Romantic, generi degli anni ’80 durante i quali gli Spandau sono stati i maggiori esponenti assieme ai rivali “Duran Duran” di Le Bon & Company.
Per chi non fosse stato presente, non tarderò a fare un resoconto della set list andata in scena durante questa fantastica serata organizzata dallo stesso Teatro, in collaborazione con Vigna Pr e Imarts, che anche questa volta hanno colto nel segno, stuzzicando il folto pubblico (per la maggior parte non più giovanissimo), accorso anche da fuori Regione. (altro…)

TRIESTE – Il Teatro Rossetti in collaborazione con VignaPr e Imarts, hanno il piacere di presentare un artista internazionale capace di soddisfare anche i palati più esigenti: Tony Hadley in concerto mercoledì 15 dicembre.
Il famoso cantante d’oltremanica, noto soprattutto per il suo legame artistico con gli Spandau Ballet, storica band della scena New Romantic, assieme ai quali è già passato due volte in Regione, arriverà per la prima volta nella città di Trieste per un’esibizione davvero speciale.
L’evento, che si svolgerà nel prestigioso teatro del capoluogo regionale, sarà la penultima delle quattro date che vedranno questo grande vocalist ritornare nel nostro paese.
Una delle voci più autorevoli del panorama mondiale del Pop, dotato di un inconfondibile timbro vocale che da quattro decadi sta facendo vibrare cuori, ballare e cantare milioni di persone, si esibirà in uno spettacolo che vedrà inseriti in scaletta i brani di maggior successo che lo legano al suo percorso con gli Spandau, brani tratti dalla sua carriera solista, qualche tributo ad altri illustri colleghi e, visto il periodo delle festività, alcune canzoni natalizie scelte per l’occasione come regalo speciale per il pubblico.
Un appuntamento da non perdere, per il quale le luci del palcoscenico si accenderanno alle ore 21.00.

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste

Grado (GO) – Sono passati poco più di due anni dall’ultima volta che “l’ Avvocato” ha suonato dal vivo nella nostra Regione. Anche allora, deliziato come sempre dalle sue performances, mi auguravo che non dovesse trascorrere troppo tempo prima di poterlo rivedere a casa nostra.
Fortunatamente ci ha pensato GradoJazz scegliendo per la serata conclusiva della sua XXXI edizione proprio lui, il mitico Paolo Conte accompagnato dalla sua fida orchestra di undici elementi.
Il concerto andato in scena sull’Isola del Sole, ed organizzato dalla sapiente famiglia dell’Associazione Culturale Euritmica, ci ha dato l’opportunità di ripercorrere tutto il percorso “contiano” grazie a questo spettacolo celebrativo dal titolo 50 anni di Azzurro, un chiaro omaggio ad uno dei brani che più gli ha regalato fama e notorietà.
E questo brano è stato solo il primo di una lunga serie di noti successi da lui firmati che, assieme a Tripoli ’69, Insieme a te non ci sto più, Onda su Onda, Genova per noi e Messico e Nuvole, sono stati eseguiti nella serata gradese e hanno chiuso la prima parte del concerto.
Rinomato autore di testi portati al successo da grandi voci italiane, oltre ad essere un jazzista ed anche un appassionato di disegno sin dalla tenera età, solamente nel 1974 si presenta al pubblico con il suo primo disco, omonimo, che sarà seguito da un numero considerevole di altre produzioni sino al più recente Amazing game del 2016.
Un vasto bacino di sedici pubblicazioni discografiche da cui attingere per la scaletta di questo concerto di ottanta minuti divisi in due set, durante i quali ci si addentra in un enigmatico mondo musicale condito dai suoi mirabolanti testi, e dove troviamo personaggi e luoghi, immaginari o reali, magari incontrati o visitati nel corso della sua vita.Indispensabili, per comprendere appieno questo artista, il libro Quanta strada nei miei sandali: in viaggio con Paolo Conte (2006) di Cesare Romana, ed il più recente documentario Via con me diretto da Giorgio Verdelli (2020), interessante pellicola in cui amici e colleghi descrivono il personaggio, ne esaltano la scrittura e raccontano aneddoti, mentre il protagonista, in prima persona, narra la sua storia. (altro…)

GRADO (GO) – Un artista che non necessita di presentazioni, un autentico gigante della musica, un compositore e musicista acclamato dalle più prestigiose ed esigenti platee del mondo.
L’Associazione Culturale Euritmica ha il piacere di annunciare, a chiusura della prestigiosa rassegna Grado Jazz, un evento destinato al sold out che, sicuramente, lascierà il segno nel cuore degli spettatori: Paolo Conte in concerto a Grado il prossimo sabato 24 luglio.
Arriva nuovamente nella nostra regione l’avvocato astigiano, con un tour celebrativo con il nome di una sua nota composizione che gli ha regalato fama e notorietà; ecco che con “50 anni di Azzurro” ci dà la possibilità di poter sognare ancora una volta ripercorrendo la sua invidiabile carriera attraverso un’attenta selezione di classici del suo repertorio, a partire proprio dalla fortunata canzone Azzurro messa assieme ad altri successi come Max, Gli impermeabili e Diavolo rosso, solo per citarne alcuni.
Raffinato ed elegante nello stile, come ben sappiamo, Conte sarà accompagnato da una solida orchestra di precisi ed impeccabili musicisti e, come ogni volta, quando la sua musica inizierà a diffondersi viaggeremo verso luoghi esotici ed ambienti immaginari dove potremo incontrare i personaggi presenti e ben descritti nei suoi testi.
L’evento clou della stagione estiva del Friuli Venezia-Giulia, si svolgerà all’interno del bellissimo Parco delle Rose dell’Isola del sole con inizio alle ore 21.30.

Cristiano Pellizzaro per Radio City Trieste

💥💥💥 NOVITA’ – NEWS – NOVITA’ – NEWS 💥💥💥

Ecco la NUOVISSIMA App di Radio City Trieste 😃
Questa volta non solamente Radio ma anche TV !!!! 🤩🤩🤩
Accedi cliccando direttamente sulle icone presenti nella homepage del nostro sito www.radiocitytrieste.it e scaricala da Google Play (x Android) o dall’ App Store (x Apple),
oppure da questi link diretti:  Google Play —> https://tinyurl.com/54yvy27e    App Store —> https://tinyurl.com/u9rbk86s

Un’altro modo per poter seguire, anche in mobilità, tutta la musica, le notizie e le voci della nostra emittente.
Ascolta e guarda i nostri programmi direttamente dal tuo smartphone, iphone o tablet.
Potrai prendere visione del palinsesto della radio e seguire i tuoi programmi preferiti.
Oltre alla consueta programmazione radiofonica potrai guardare i nostri Radio Show, seguire lo sport cittadino e godere di una attenta selezione tra i migliori spettacoli teatrali.
Radio City Trieste TV è la nuova App per ascoltare la radio e guardare la TV di Trieste per Trieste.💥💥💥 NOVITA’ – NEWS – NOVITA’ – NEWS 💥💥💥

 

Twitter